Si sta utilizzando una versione di Internet explorer non supportata e pericolosa per motivi di sicurezza.
Aggiorna Internet Explorer o meglio utilizza Chrome/firefox!
 

Tag: coronavirus

Carissimi,

sebbene vi sia una diffusa consapevolezza tra gli organi politici che l’emergenza COVID stia mettendo a dura prova il sistema sanitario nella sua globalità, non sembra potersi percepire altrettanta contezza, quantomeno nei decisori politici, del fatto che la gestione dei pazienti nefropatici sia una tra le attività sanitarie che si trova in condizioni di particolare sofferenza a causa della pandemia in corso.

Proprio per questo, avevo deciso di inviare alla segreteria del Ministero della Salute una relazione (link) che desse una informativa generale sulle cause delle criticità maggiori che noi nefrologi stiamo affrontando, richiedendo che anche i nefrologi potessero intervenire nei tavoli tecnici per suggerire quelle che possono essere delle decisioni operative che facilitino lo svolgimento dei nostri compiti.

Questa relazione è stata inviata il 2 novembre scorso, ma purtroppo, ad oggi, non ha avuto alcun riscontro.

Per il precipitare della situazione organizzativa pressoché in tutti i centri di nefrologia e dialisi italiani, ho quindi ritenuto di inviare, nella mattinata di ieri, una mail indirizzata ancora alla segreteria del ministero della Salute (link), usando questa volta toni più diretti.

È inutile dire che, al momento in cui sto scrivendo questo messaggio indirizzato a voi tutti, non vi è stata ancora alcuna risposta.

Siamo tutti consapevoli della difficoltà che i decisori politici si trovano ad affrontare in uno scenario così complesso.

Penso tuttavia, che l’unico modo per sperare di vincere una guerra, e questa lo è, non possa che basarsi sulla completa conoscenza da parte di chi deve prendere decisioni strategiche dello stato di tutti i fronti critici, dimostrando capacità di ascolto.

Ho ritenuto opportuno che tutti poteste avere la possibilità di leggere la relazione e la mail inviate al Ministero e che troverete allegate a questo mio messaggio.

Ovviamente non è intensione né mia né del CD della SIN di fermarci a questi primi passaggi e nel CD che terremo oggi affronteremo questo come uno dei temi più caldi e attuali.

Sono certo della collaborazione di tutti voi, elemento imprescindibile per poter sperare di farcela.

Un caro saluto

Il Presidente SIN
Piergiorgio Messa

Care Socie, Cari Soci,

è stata appena pubblicata su JN la seconda e più ampia Survey condotta dal gruppo di lavoro della SIN sull’infezione da Covid-19 nei dializzati italiani (link). 

Tale survey risulta ad oggi la più ampia e dettagliata condotta su questa popolazione, nonché unica tra le patologie croniche in Italia. L’importanza dei dati è tale che il nostro Presidente, Dr. Giuliano Brunori, è stato invitato a presentarli nel corso di un webseminar con l’Istituto Superiore di Sanità in data 8 Luglio 2020 e in occasione dell’Annual Harvard/Brigham “Intensive Review of Nephology” che si terrà in live stream in data 14 Agosto 2020.

La SIN è orgogliosa di tale risultato reso possibile solo dal lavoro di tantissimi Colleghi che in un momento difficile hanno trovato l’energia e il tempo per contribuire alla survey. Questa pertanto è anche l’occasione che il CD vuole cogliere per ringraziare tutti i nefrologi del loro impegno, ribadendo altresì che i dati saranno utilizzati anche per valorizzare in tutte le sedi istituzionali la mole di lavoro svolta da tutti noi.

Un caro saluto

Il Segretario SIN

Filippo Aucella

Scarica allegato

Care Socie, Cari Soci,
il CD della SIN rende disponibili a tutti Voi i risultati della Seconda Survey sull’infezione da Covid 19 nelle nefrologie italiane. Desideriamo per questo ringraziare tutti coloro che hanno fornito i dati, anche se oberati da tante altre incombenze, e che hanno reso possibile questo risultato. Come già avvenuto per la prima indagine, esso può essere oggetto di discussione con tutti gli Assessorati o nelle singole Aziende.
Continueremo nelle prossime settimane, anche in previsione della ripresa  delle normali attività assistenziali, a monitorare insieme a Voi l’andamento dell’infezione per eventuali ulteriori iniziative.
Il CD della SIN

Gruppo di lavoro di supporto tecnico (GLST) “Rete nefrologica” Piemonte

Scarica allegato

La storia ha bisogno di essere raccontata dai protagonisti in campo: con parole e immagini.

Per questo SIN e FIR vogliono dare la parola ai Nefrologi d’Italia ed ai loro team per lasciare una traccia dello sforzo quotidiano più che mai estremo durante questa emergenza Covid 19.

Ciascuno di noi munito di smartphone (rigorosamente in orizzontale!) potrà documentare le nuove fasi della vita in reparto e lasciare una video testimonianza che la squadra di videocomunicazione FIR trasformerà abilmente in un video valido per tutti: medici, studenti, infermieri e sorpattutto pazienti.

Inviate per wetransfer i vostri video a comunicazione@fondazioneitalianadelrene.org con eventuali indicazioni per il montaggio. Max Sisto (+39 3714557115) è sempre a nostra disposizione. Potete anche inviarne periodicamente per documentare novità terapeutiche, aggiornamenti o altro.

Contestualmente ai video è necessario inviare la liberatoria e informativa privacy per l’utilizzo e la diffusione delle immagini (link), debitamente compilata, firmata in originale e scansionata. Inoltre, è importante NON riprendere, in nessun caso e in nessun contesto, i volti dei pazienti ricoverati presso i reparti. In generale, bisogna prestare molta attenzione nell’operare riprese che non contengano  volti di soggetti terzi che non vogliono essere ripresi.

Questo il link della prima Nefro Covid Agenda:  https://youtu.be/AIYv_Z-JRoQ 

Pronti a raccontare la nostra storia!

A nome di SIN e FIR

Filippo Aucella

Care Socie, cari Soci,

abbiamo il piacere di comunicarVi che la prima survey (link) sul tema in oggetto effettuata dalla SIN e inviata al ministero in data 7 aprile u.s. (link) ha prodotto i risultati sperati.
In data 22 aprile infatti, il Ministero, nello specifico la Direzione Generale della  Prevenzione  Sanitaria, Ufficio 8, Promozione salute e prevenzione malattie cronico-degenerative, ha inviato a tutti gli Assessorati alla Sanità Regionali ed alle Province Autonome una circolare sulla Prevenzione COVID-19: implementazione dialisi domiciliare e peritoneale per i pazienti attualmente in emodialisi extracorporeaNel documento, che trovate al seguente link, facendo esplicita menzione dei dati inviati dalla SIN, si richiama da un lato la necessità per i pazienti in emodialisi ad effettuare periodici spostamenti per ricevere le terapie necessarie, ma anche “l’importanza, ai fini del benessere del paziente, della emodialisi domiciliare e peritoneale e della necessaria educazione terapeutica per la sua diffusione”, richiamando altresì come tale problematica fosse stata già indicata come preminente nel  “Documento di indirizzo per la Malattia Renale Cronica (MRC)”, adottato il 5 agosto 2014 con Accordo Stato-Regioni e recepito formalmente da molte Regioni.
Invitiamo quindi tutte le Sezioni Regionali e Interregionali, nonché tutti i Direttori di Strutture Nefrologiche, ad attivarsi, nei tempi e nei modi che riterranno più opportuni, presso i propri Assessorati e le proprie Direzioni Aziendali, per implementare  tali percorsi assistenziali, forti del documento ministeriale. 
Nello stesso tempo  Vi informiamo  che abbiamo chiuso ieri la raccolta dati per la seconda survey, con una messe di dati ancora superiore, stimabile al 70% di tutti i pazienti trattati, e che i risultati saranno ancora una volta messi a disposizione delle Autorità Sanitarie e di tutti i Soci.
Grazie del Vostro impegno e buon lavoro.
Il Consiglio Direttivo della SIN

Editoriale del JN della Sezione Piemonte-Valle d’Aostaa della SIN

Scarica pdf